Regolamento

Visualizza il testo con caratteri grandi Visualizza il testo con caratteri medi Visualizza il testo con caratteri medi

REGOLAMENTO SCOLASTICO

 

Art. 1 - ORARIO SCOLASTICO

SCUOLA DELL’INFANZIA

L’attività didattica si sviluppa su cinque giorni settimanali, sabato escluso.

Orario di ingresso: dalle ore 8.00 alle ore 8.45

Orario di uscita antimeridiana: dalle ore 12,50 alle ore 13,00

Orario di uscita in caso di gite: alle ore 13,00

L’ orario di uscita pomeridiana: dalle ore 15.30 alle ore 16.00

I bambini che non sono prelevati entro l’orario di uscita stabilito, solo in casi eccezionali e imprevisti attendono l’arrivo dei genitori sotto la vigilanza del docente entro e non oltre un ritardo di dieci minuti.

L’osservanza dell’orario è premessa indispensabile al regolare svolgimento delle attività, al rispetto delle norme di sicurezza, per un’attenta vigilanza e un professionale senso di responsabilità.

SCUOLA PRIMARIA

L’attività didattica si sviluppa su cinque giorni settimanali, sabato escluso.

L’orario scolastico degli alunni è il seguente:

Entrata per tutte le classi: ore 8.00

Uscita  classi a Tempo Normale (27 h)  ore 13.30 dal Lunedì al giovedì, ore 13.00 il venerdì

Uscita pomeridiana per le classi a Tempo Pieno (40h)  ore 16.00

Gli insegnanti sono presenti in aula cinque minuti prima del suono della campanella dell’entrata degli alunni.

I bambini che non sono prelevati entro l’orario di uscita stabilito solo in casi eccezionali e imprevisti attendono l’arrivo dei genitori sotto la vigilanza di un collaboratore scolastico entro e non oltre un ritardo di 20' e i genitori devono rendersi reperibili telefonicamente perchè in caso contrario si interpellano le forze dell'ordine.

L’osservanza dell’orario è premessa indispensabile al regolare svolgimento delle lezioni, al rispetto delle norme di sicurezza, per un’attenta vigilanza e un professionale senso di responsabilità.

L’entrata, l’uscita e gli spostamenti all’interno della scuola devono essere effettuati senza correre, nel massimo ordine e silenzio, in modo da non recare disturbo e danni per sé e ad altri.

 

Art. 2 - VIGILANZA SUGLI ALUNNI

La porta d’ingresso è costantemente custodita e rimane chiusa.

Le persone esterne alla scuola non possono accedere direttamente alle aule o agli uffici, ma devono rivolgersi al personale collaboratore scolastico. Per la vigilanza degli alunni durante l’ingresso e la permanenza nella scuola, nonché durante l’uscita dalla medesima, valgono le norme seguenti:

 gli alunni entrano a scuola al suono della campanella dell’orario di ingresso stabilito e sono accolti dal personale docente che ha l’obbligo della vigilanza;

durante l’intervallo delle lezioni il personale docente di turno vigila sul comportamento degli alunni in maniera da evitare che si arrechi pregiudizio e danno   alle persone o alle cose;

i collaboratori scolastici vigilano affinché gli alunni non si attardino nei servizi igienici, lungo i corridoi e nei locali attigui;

 gli insegnanti, in caso di assoluta necessità e per allontanamenti di breve durata, affidano la classe a un collaboratore scolastico;

 al termine delle lezioni, l’uscita degli alunni avviene con la vigilanza del personale docente di turno e dei collaboratori scolastici;

l’uscita dalla scuola non è consentita agli alunni se non prelevati da persona delegata.

 

Art. 3 - ASSENZE, GIUSTIFICAZIONI E PERMESSI

L’alunno che sia stato assente per più di cinque giorni può essere riammesso alle lezioni presentando:

 il certificato medico, in caso di malattia;

 la giustificazione scritta con le motivazioni, firmata dal genitore o da chi ne fa le veci, negli altri casi.

Nel caso in cui l’alunno, dopo l’assenza, si presenti a scuola senza certificato medico o senza giustificazione la famiglia viene informata con nota scritta affinché provveda a giustificare immediatamente l’assenza. Dopo essere giunti a scuola, gli alunni non potranno lasciare da soli l’edificio scolastico. Per gravi e comprovati motivi i genitori, o chi ne fa le veci, potranno:

 accompagnare i bambini dopo l’inizio delle attività scolastiche entro le ore 9.30;

 saranno autorizzati permessi di uscita per motivi di salute e familiari, su richiesta del genitore o di un suo delegato per iscritto, purché maggiorenne. Nella delega si dovranno specificare chiaramente le generalità della persona delegata e allegare la copia del documento di identità, sollevando così la scuola da ogni responsabilità connessa con l’uscita anticipata.

Per gli alunni che rientrano a scuola in situazioni di invalidità temporanea (ingessature, suture, ecc.) è necessario che i genitori presentino certificato medico di idoneità alla frequenza scolastica.

 

 Art. 4 - RAPPORTI SCUOLA FAMIGLIA

I genitori saranno ricevuti dai docenti secondo le seguenti modalità:

tre ricevimenti generali durante l’anno;

consegna delle schede al termine del I e II quadrimestre;

 I genitori non possono accedere alle aule durante lo svolgimento delle attività

didattiche. I colloqui individuali con gli insegnanti avverranno previo appuntamento.

 

 Art. 5 - SCIOPERO

In caso di sciopero del personale scolastico, potrà non essere garantito il regolare svolgimento delle lezioni. Non essendoci la possibilità di assicurare preventivamente il regolare funzionamento del servizio scolastico, i genitori saranno tenuti a verificare personalmente la presenza degli insegnanti della classe frequentata dal proprio figlio nel giorno di sciopero.

 

Art. 6 - ABBIGLIAMENTO SCOLASTICO

Ciascun alunno indossa nel periodo primavera - estate una t-shirt bianca.

Il corredo scolastico di base per ciascun alunno sarà richiesto dagli insegnanti ad inizio anno scolastico.

 

 

Art. 7 - CONTRIBUTO SCOLASTICO

In base alla normativa vigente le Istituzioni Scolastiche, a sostegno delle iniziative didattico-laboratoriali, possono richiedere alle famiglie un contributo economico. L’importo del contributo viene fissato annualmente dal Consiglio di Circolo. Il contributo annuo che questa scuola richiede viene utilizzato per:

 contratto assicurativo integrativo (che consente anche di partecipare a uscite e visite di istruzione);

 attività laboratoriali e relativi materiali;

 

 

Art. 8 - ASSICURAZIONE

Le condizioni assicurative riguardanti gli alunni che frequentano le scuole del Circolo sono quelle previste dalla polizza regionale e dal contratto assicurativo integrativo stipulato annualmente dall’Istituzione Scolastica.

 

 

Art. 9 - MENSA SCOLASTICA

Il tempo mensa è orario scolastico a tutti gli effetti.

 

 

Art. 10 - CONSERVAZIONE DELLE STRUTTURE E DOTAZIONE

L’ambiente scolastico deve essere pulito, accogliente, sicuro. Le condizioni igieniche e sicurezza dei locali e dei servizi devono garantire una permanenza a scuola confortevole per gli alunni e il personale. La scuola si impegna in particolare a sensibilizzare le istituzioni interessate (ASL, Comune) al fine di garantire agli alunni la sicurezza interna ed esterna. Gli alunni sono tenuti al rispetto degli ambienti e dei loro arredi e sono tenuti a risarcire gli eventuali danni arrecati ai beni ( arredi, attrezzature, sussidi, materiale didattico o librario) dell’Istituzione Scolastica.

 

 

Art. 11 - USO DEGLI SPAZI: AULA DOCENTI, LABORATORIO E PALESTRA

La fruibilità di tutte le aree comuni per le attività educativo- ludico-ricreative è regolata  per plesso. Ampia flessibilità per la scuola dell’infanzia. L’utilizzazione , del laboratorio, della palestra e delle attrezzature avviene rispettando il calendario predisposto all’inizio di ogni anno scolastico.

 

 

Art. 12 - INFORTUNI E INCIDENTI DURANTE L’ATTIVITÀ SCOLASTICA

L’alunno va educato, anche con la collaborazione della famiglia, a segnalare immediatamente al docente presente l’eventuale incidente accorsogli a scuola; sarà cura dell’insegnante prestare l’immediato soccorso e avvisare tempestivamente sia la famiglia che il pronto intervento (118) . L’entità del danno subito deve essere certificato dal pronto soccorso. L’insegnante redigerà una relazione dell’accaduto, che verrà sottoscritta per presa visione dal genitore e rimarrà agli atti della scuola. Sarà cura della segreteria avviare la pratica INAIL, ove necessario, ed inviare la denuncia dell’incidente all’assicurazione.

In caso di infortunio lieve si informeranno tempestivamente i familiari; si avviserà immediatamente la segreteria che provvederà alla compilazione del modulo da inviare alla compagnia assicuratrice;

 

 Art. 13 - USCITE E VISITE DIDATTICHE

Le visite e i viaggi di istruzione, programmati e approvati dagli organi collegiali della scuola e organizzati secondo la normativa vigente, sono considerati a tutti gli effetti momenti di formazione, durante i quali ogni alunno cercherà di cogliere l’opportunità di apprendere anche fuori dell’aula tradizionale. I familiari saranno tenuti ad essere presenti a scuola all’orario previsto di rientro. I genitori che abbiano versato la quota prevista per una visita d’istruzione non possono pretenderne il rimborso se il figlio non vi ha potuto partecipare. All’inizio dell’anno scolastico gli insegnanti richiedono ai genitori degli alunni un’autorizzazione unica per tutte le uscite didattiche annuali programmate nei progetti di modulo e di sezione.

 

 Art. 14 - NORME DI SICUREZZA

Per ogni sede dell’istituzione è predisposto un piano di sicurezza le cui caratteristiche sono riassunte ed esposte in ogni locale. Per ogni sede è inoltre nominato un responsabile che provvede a coordinare le prove di evacuazione che avvengono periodicamente, come da normativa vigente. In caso di allarme gli alunni e il personale dovranno seguire il piano di emergenza esposto in ogni aula, lasciare l’ambiente e l’edificio scolastico seguendo le vie di fuga previste a raggiungere il punto di raccolta stabilito attraverso le uscite di sicurezza.

 

 

 Art. 15 - ACCESSO NEGLI UFFICI

Gli uffici di segreteria sono aperti al pubblico dal lunedì al venerdì secondo gli orari stabiliti all’inizio di ciascun anno scolastico. Eventuali colloqui con il dirigente scolastico avverranno su appuntamento.

 

Art. 16 - UTILIZZO STRUMENTI TECNOLOGICI NON DIDATTICI

Qualsiasi comunicazione scuola-famiglia di carattere urgente è gestita dalla segreteria didattica con tempestività a seguito di comunicazioni o segnalazioni da parte dei docenti. E’ fatto pertanto assoluto divieto agli alunni di portare a scuola telefoni cellulari o altri dispositivi dotati di fotocamere o videocamere. Eventuali fotografie o riprese, fatte con i videotelefonini, senza il consenso scritto della/e persona/e si configura come violazione della privacy e dunque perseguibile per legge. In ogni caso né i docenti, né la scuola rispondono in alcun modo di eventuali danni, furti e/o smarrimenti degli apparecchi telefonici di proprietà degli alunni.

 

 

Il Dirigente Scolastico

Prof.ssa Gheta Maria Valentino


Allegati

Non sono presenti allegati in questa pagina

Contatti